20
Apr

Shia LaBeouf non ha belle parole sui film dei “Transformers”

Sappiamo tutti che non si dovrebbe mai sputare nel piatto in cui si mangia, che in parole povere significa che non si dovrebbero infastidire mai le persone che ci pagano lo stipendio. Non si dovrebbe mai insultare il proprio capo, il proprio lavoro o tutte le persone che ti aiutano a pagare le bollette ogni mese. Lo sa bene anche Shia LaBeouf, il famigerato attore che è riuscito ormai a costruire un’intera carriera sulla strana decisione di non voler più essere famoso. Il misterioso ed enigmatico attore americano, rinomato a livello mondiale per la facilità con cui a volte perde il controllo, si è seduto davanti ai microfoni di Esquire per un’intensa e profonda intervista. All’inizio ha cercato tanto di non lamentarsi del franchise di film di Transformers, che l’ha aiutato a catapultarsi all’improvviso dallo status di attore di Disney Channel a quello di star internazionale di Hollywood, per poi invece sputare fuori tutti i suoi pensieri davanti ai microfoni del magazine. 

“Michael [Bay] e Steven [Spielberg] hanno fatto molto per me,” ha detto LaBeouf.Non ho intenzione di lamentarmi di nuovo di loro. 

Già in passato LaBeouf era stato molto esplicito e chiaro su come non si sentisse davvero appagato da un punto di vista creativo (non ci è difficile immaginare il perché!) una volta arrivato alla sua terza apparizione nel franchise miliardario. Per questo motivo non siamo molto sorpresi dal fatto che subito dopo queste parole l’attore abbia iniziato proprio a lamentarsi e criticare l’intero franchise di Transformers. LaBeouf non riesce mai a contenersi e a non essere LaBeouf! 

Il mio vero problema con quei film è che a me sembravano irrilevanti,” ha detto senza neanche pensarci due volte. “Mi sembravano superati e obsoleti… Ti vengono in mente queste storie su Easy Rider e Toro Scatenato e De Niro e Scorsese e Hopper e dai valore a quello che fanno. Allo stesso tempo sei alla ricerca di cristalli di energon. È davvero dura continuare a fare quello che stai facendo quando senti che è l’antitesi del tuo scopo su questo pianeta.” 

Wow, Shia non ha risparmiato colpi, però quello che ha detto sembra aver senso. 

Crediamo che sia un suo diritto quello di esprimere tutto ciò che pensa sul lavoro che ha dato forma alla sua carriera da attore. Se però stai per dare libero sfogo a tutti i tuoi pensieri, almeno non provare a nasconderlo dicendo che non vuoi insultare le persone che ti hanno aiutato a raggiungere la fama mondiale proprio prima di insultarli con la frase successiva. Non dimentichiamo anche che LaBeouf non doveva per forza fare quei film, ma lo ha scelto. Se vuoi essere onesto con chi ti segue, semplicemente sii onesto e dì le cose come stanno. Non sarebbe la prima volta che una star di Transformers critichi il franchise. 

Sei un appassionato di film e sei sempre alla ricerca dei più grandi titoli del momento? Clicca qui e non lasciarti sfuggire le offerte di Groupon sul cinema!