6
Mag

Di cosa parla il film con Meryl Streep e Tom Hanks, “The Post”?

Per molti cinefili, qualsiasi film in cui ci siano Meryl Streep o Tom Hanks è un film da vedere. E se invece si tratta di un film con entrambe le star di Hollywood e diretto dal leggendario Steven Spielberg? Beh, c’è solamente un film che soddisfa i requisiti ed è la pellicola del 2017 sul giornale The Post. È una delle tante nominate agli Oscar 2018 e tutti dovremmo sapere un po’ di più su questo film prima di guardare la cerimonia. 

Sarebbe davvero difficile che un film realizzato da queste tre stimate personalità di Hollywood si rivelasse un flop, infatti fino ad ora, The Post ha ricevuto recensioni quasi esclusivamente positive. 

La storia è stata scritta da Josh Singer e dalla sceneggiatrice 32enne al suo esordio Liz Hannah, che aveva scritto la prima stesura del film nel 2016. Hannah non era sicura che il copione avrebbe mai lasciato l’hard disk del suo computer, ma dopo essere arrivato tra le mani della produttrice Amy Pascal e del regista Steven Spielberg, questi hanno deciso non solo che il film sarebbe stato realizzato, ma che doveva essere fatto subito. Perciò hanno accelerato l’intera produzione, filmandolo nella primavera del 2017 e rilasciandolo a dicembre dello stesso anno. 

Quindi di che parla The Post? 

Ambientato nell’estate del 1971, The Post si riferisce al quotidiano The Washington Post e si basa su fatti realmente accaduti. Sebbene sia un film storico, il tipo di battaglia tra il governo e la libertà di stampa che viene rappresentata nel film è rilevante al clima politico attuale negli Stati Uniti. 

La trama di questo thriller politico si sofferma su Katharine Graham (interpretata dalla Streep), l’editrice del the Post e sull’editore esecutivo del giornale, Ben Bradlee (interpretato da Hanks). Insieme, i due devono decidere se il Post debba sfidare il governo e pubblicare dei segreti trapelati durante l’era di Nixon al Pentagono. 

I documenti in questione, conosciuti come i “Documenti del Pentagono”, rivelavano che gli ufficiali degli USA avevano mentito agli americani su alcuni aspetti della guerra in Vietnam, incluso il fatto che sapevano che la guerra non sarebbe stata vinta, ma permisero che continuasse comunque, così come il fatto che ben quattro presidenti americani lo avevano tenuto nascosto. Se questo non vi basta, la Graham e Bradlee rischiano l’arresto dopo che l’avvocato generale accusa il quotidiano di aver violato l’Atto di Spionaggio.  

Dovresti vedere The Post? 

Senza rivelare troppo sulla trama del film, possiamo dire che se c’è qualcuno che sa mantenere alto l’interesse del pubblico in un film di un’ora e 55 minuti attraverso la tensione tra i personaggi della Streep e di Hanks e tutti gli ostacoli che devono superare, quella persona è sicuramente Spielberg. 

Il film è anche femminista. La Graham ha ricevuto il ruolo di editrice da suo marito dopo che questo si è tolto la vita. Di conseguenza, deve provare ai piani alti tutti al maschile del giornale che è capace di prendere la decisione giusta in un momento critico. 

Guardate qui il trailer: 

Non siete ancora convinti? Se siete fan de Il Caso Spotlight o di Attacco al Presidente, allora amerete anche The Post.